PROGETTI
SOCIALI

Genova, Civitavecchia, Napoli, Palermo, Bari

Image module
  • Icon List

    donne beneficiarie
  • Icon List

    ore di formazione
  • Icon List

    nuovi percorsi accessibili
  • Icon List

    città coinvolte
2017
45%

PROGETTI
SOCIALI

Genova, Civitavecchia, Napoli, Palermo, Bari

Image module
  • Icon List

    donne beneficiarie
  • Icon List

    ore di formazione
  • Icon List

    nuovi percorsi accessibili
  • Icon List

    città coinvolte
2017
45%
Costa Crociere Foundation > WAT! Women Accessibile Tourism

WAT! Women Accessibile Tourism New

In collaborazione con: AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)

Un modello di eccellenza per il turismo accessibile, uno stimolo all’inclusione sociale di tutti i viaggiatori. WAT è uno strumento attraverso cui giovani donne disoccupate con Sclerosi Multipla possono conquistare la loro autonomia.

LE SFIDE

Ogni anno milioni di persone viaggiano all’estero. Con un giro d’affari di 171 miliardi di euro l’anno, pari all11,8% del PIL, il turismo è essenziale per l’economia italiana. Ma il viaggio innesca profondi cambiamenti positivi anche nella vita dei singoli: stimola la comprensione reciproca e genera emozioni positive. Purtroppo però il 15% della popolazione mondiale, con una forma di disabilità, si vede spesso precluso l’accesso a queste esperienze arricchenti.

L’Italia, quinta destinazione al mondo per numero di visitatori, è in una posizione ideale per offrire un servizio calibrato anche su questa richiesta specifica. Dopo tutto, il turismo è l’attività economica che consiste nell’offrire servizi alle persone in viaggio di piacere. Di conseguenza, mettere questi servizi a disposizione di tutti è la scelta economicamente più sensata. Ma non solo: è anche una responsabilità sociale. In occasione del 2017, Anno internazionale del turismo sostenibile, l’Organizzazione mondiale del turismo ha sollecitato tutte le strutture turistiche a rendersi meglio accessibili, nell’ambito di una politica del turismo responsabile e sostenibile.

Le barriere architettoniche e culturali possono apparire insormontabili a un viaggiatore con la sclerosi multipla, i cui sintomi richiedono attenzioni specifiche in termini di mobilità, spazi accessibili e ambienti idonei. Per dotarsi di proposte turistiche fruibili e accessibili a tutti, gli operatori hanno bisogno della consulenza delle stesse persone che ne fanno uso, ovvero, persone con SM, per capire come adeguare le proprie strutture alle esigenze dell’accessibilità, ricordando come non siano solo le persone con disabilità a beneficiarne, ma anche persone anziane, genitori col passeggino, o anche persone che si trovano in una condizione di disabilità temporanea a causa di un incidente.

Per essere veramente sostenibile l’offerta dovrebbe dare una risposta anche ad altre esigenze quali il diritto al lavoro e alla continuità lavorativa. Il tasso di disoccupazione tra le persone con SM in Italia, circa 114.000, si aggira intorno al 60% e di questi il 24,5% è spesso costretto a ridurre il numero di ore o cambiare tipo di impiego. Le più colpite sono le donne, che oltre a essere oggetto di discriminazione di genere sul luogo di lavoro, sono la maggioranza tra le persone con SM.

I NOSTRI OBIETTIVI

Il progetto si propone quindi – a partire dalle conoscenze e dall’esperienza di giovani donne disoccupate con SM e in collaborazione con l’ufficio escursioni di Costa Crociere – di affinare queste competenze con due obiettivi: migliorare l’esperienza di destinazioni turistiche tra le più apprezzate in Italia e in Europa per tutti i viaggiatori con esigenze di accessibilità e agevolare le giovani partecipanti a ottenere un impiego sostenibile nel turismo accessibile.

IL NOSTRO APPROCCIO

La Foundation, si propone di cambiare significativamente la vita di quindici giovani disoccupate e contribuire a un’evoluzione del turismo quanto mai necessaria, avvalendosi della collaborazione con AISM, associazione forte di una lunga esperienza nell’integrazione sociale delle persone con SM e consapevole dei benefici del turismo accessibile

Le dirette beneficiarie del progetto sono donne senza occupazione stabile, studentesse, neodiplomate o impiegate part-time interessate al settore turistico, che parteciperanno a un corso di 160 ore, ripartite tra lezioni in aula e sessioni di apprendimento a distanza, seguite da esperienze sul campo. In più, avranno l’occasione unica di avvalersi della consulenza di un team di esperti in escursioni di Costa Crociere, che aggiungeranno valore e un taglio pratico alla formazione.

La formazione verterà su accessibilità, mappatura itinerari, turismo esperienziale, nonché su reti locali e valorizzazione delle eccellenze del territorio. Le partecipanti saranno così in grado di co-progettare e validare almeno quattro nuovi itinerari accessibili e pacchetti di viaggi esperienziali, in ognuna delle città individuate, con relativa presenza su siti web e pagine social. Queste competenze le aiuteranno ad avviare e condurre un’impresa di comunicazione turistica online, con cui rendere altrettanto accessibili le informazioni sul turismo sostenibile per tour operator, agenzie e singoli turisti. Al termine di questa esperienza per cinque delle partecipanti sarà possibile proseguire l’esperienza con una collaborazione lavorativa continuativa.

Il modello di eccellenza così sviluppato verrà documentato e condiviso con altre regioni come una buona prassi riproducibile, un progetto dai benefici ad ampio raggio sia per le 15 giovani donne che per i circa 4000 utenti finali con esigenze di accessibilità, ma anche in generale per l’economia e la società del paese.

Image module
Image module
Image module
Image module

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SU:

Niccolo