Costa Crociere Foundation > Progetti ambientali

Progetti Ambientali

Nei nostri mari la plastica abbonda più del plancton!

I rifiuti di plastica stanno diventando un problema allarmante. Le caratteristiche che rendono la plastica tanto preziosa – lunga durata, economicità, leggerezza – ne fanno sempre più uno dei principali fattori di inquinamento globale. Se vogliamo migliorare la vita delle persone, dobbiamo partire dal mondo in cui viviamo.

Le sfide

Nei nostri mari e negli oceani sta prendendo forma un “continente” fatto di rifiuti. I rifiuti marini sono costituiti da scarichi domestici, rifiuti illegali, reti da pesca, barili di petrolio, dispositivi elettrici ed elettronici e materiali di scarto provenienti dalle navi. Tuttavia, il 60-80% di questi rifiuti è costituito da plastica, che nel Mediterraneo proviene prevalentemente dalle attività turistiche e ricreative. La plastica può viaggiare per migliaia di chilometri e richiedere fino a 450 anni per decomporsi. Ma quel che è peggio è che i suoi effetti nocivi sulla salute degli ecosistemi e dell’uomo sono ampiamente documentati. Mentre la ricerca prosegue sulle ripercussioni più subdole e meno conosciute, noi abbiamo scelto di incanalare le energie e le risorse per porre freno alle ripercussioni note a tutti.
I rifiuti di plastica sono una minaccia per la vita dei mari, mettono a rischio la salute dell’uomo, modificano gli ecosistemi, incidono sulle economie, inficiano la pesca, danneggiano le navi, sono un deterrente per il turismo. I rifiuti di plastica non sono più una semplice “offesa per gli occhi”: sono un pericolo per la salute del mare e della nostra popolazione.

La nostra visione

Le coste mediterranee e l’ambiente marino sono in difficoltà, e il nostro programma ambientale si propone di contribuire ad affrontare il problema. Promuovendo l’introduzione di materiali più ecocompatibili e di nuove infrastrutture per la gestione dei rifiuti, sollecitando investimenti in tecnologie alternative di conversione, incoraggiando il riciclo e il riutilizzo e lavorando per creare un contesto più sensibile ai problemi ambientali e socialmente più responsabile, possiamo contribuire a ridurre il volume di rifiuti che infestano le coste e i fondali marini del nostro Paese. Solo così è possibile creare comunità veramente sane.

Il nostro programma

Non possiamo cambiare il mondo, ma possiamo introdurre il cambiamento all’interno di una comunità. I nostri progetti ambientali mirano a ridurre i rifiuti marini nel Mediterraneo, in collaborazione con le realtà del territorio.
Vogliamo incoraggiare cittadini e aziende delle comunità destinatarie a riutilizzare i materiali anziché scartarli. Forniremo i mezzi strutturali per il riciclo a terra, mobilitando al tempo stesso le comunità affinché partecipino alle iniziative di pulizia. Puntiamo a persuadere i produttori a ripensare e riprogettare i prodotti. Vogliamo promuovere la prevenzione, offrendo supporto e stimolando l’innovazione nelle aziende produttrici. Attraverso l’educazione ambientale e la consapevolezza, aiuteremo consumatori e organizzazioni commerciali a comprendere l’impatto dei rifiuti di plastica e a rivedere la propria impronta ecologica.
In altre parole, adotteremo l’approccio delle 5 R: ridurre, riutilizzare, riciclare, riprogettare, recuperare – per tenere la plastica lontano dal mare.

Rotta verso un mare più blu

Le coste liguri non sono solo un’attraente meta turistica, apprezzata per il mare blu e le acque calme, ma rappresentano anche un ambiente marino ricco caratterizzato da un’incredibile biodiversità. Tuttavia, il delicato ecosistema e l’economia di queste aree costiere sono minacciate da una gestione e uno smaltimento dei rifiuti inadeguati.

Abbracciando il Mar Tirreno

I nostri oceani si stanno gradualmente trasformando in discariche. Anziché indirizzare l’economia verso scelte di valore, la produzione, finalizzata esclusivamente a generare profitti, sta intasando spiagge e mari. Il problema dei rifiuti è una delle principali minacce alla salute dei mari e delle persone e va risolto… adesso....

Il mare in 3D

Favorire un’economia circolare innescando un ciclo virtuoso per la salvaguardia del mare. I rifiuti abbandonati da pescatori e bagnanti trovano nuova vita attraverso l’utilizzo della stampa 3D.

Assistenza materiale

Duramente colpiti dalla recessione, molti italiani stentano a mantenere la famiglia ed a sostenere le spese per la casa. Costa Crociere dispone di molti oggetti e scorte in eccesso che possono essere riutilizzati. Insieme alla nostra rete di partner, vogliamo organizzare un sistema nazionale di riciclo per donare questi beni a chi ne ha bisogno...

xenorob